News

La bottega degli errori. Laboratorio di pratiche teatrali e creative

2023, news | 0 commenti

Il laboratorio mira a coinvolgere studenti universitari e non in un percorso di arte, cultura, creatività e relazionalità tramite gli strumenti del teatro e delle arti figurative. L’ispirazione è rappresentata dell’Allegoria ed effetti del Cattivo Governo in città e in campagna attraverso cui approfondire il concetto di errore che crea ai ragazzi di oggi estremo stress, ansia e fragilità emotiva.

L’idea è quindi partire dal negativo per sviluppare un percorso creativo di consapevolezza e riflessione, che possa condurre a vederne anche gli aspetti positivi, propulsivi, e di crescita personale e collettiva. Gli strumenti utilizzati nel laboratorio saranno quelli del teatro (giochi ed esercizi, improvvisazione, dinamiche del cerchio, meditazione guidata, scrittura di scena, etc), accompagnati da una parte di laboratorio pratico di ceramica e da una di educazione all’immagine.

I partecipanti acquisiranno competenze emotive, relazionali e cognitive; la performance finale consentirà lo sviluppo delle competenze relative ad una efficace gestione del tempo, al rispetto delle scadenze, all’accettazione delle regole e dei diversi ruoli coinvolti, alla concentrazione, alla dedizione, alla presa in carico di responsabilità e leadership, costruendo, passo dopo passo, maggiore fiducia in se stessi e un atteggiamento propositivo verso le capacità proprie e del gruppo.

Primo appuntamento giovedì 19 ottobre ore 19.00. Il Laboratorio sarà attivo da ottobre 2023 a maggio 2024, tutti i giovedì dalle 19 alle 21.00 presso lo Studio Topi Dalmata: Via E. S. Piccolomini n.52-54 -Siena.

A fronte della partecipazione, tutti gli interessati potranno richiedere a Unisi il rilascio di open badge che ne certificano le competenze negli ambiti di pertinenza dei progetti intrapresi. Info su https://orientarsi.unisi.it. Unisi offre infatti una serie di progetti che consentono alle proprie studentesse e ai propri studenti di partecipare alla vita del territorio mediante percorsi artistici e culturali finalizzati a promuovere la crescita personale, stabilire nuove relazioni, acquisire competenze trasversali, gestire lo stress.